Le ultime portate

venerdì 19 settembre 2014

AUGURI ALICE, 3!! MASHA & ORSO,Torta in pasta di zucchero.




Auguri principessa!!! Il 31 luglio la piccola Alice ha compiuto 3 anni, tre anni che sono passati in fretta, fra poco cominciamo la scuola materna e ancora mi sembra ieri che è nata.

Questa è la torta che, su sua espressa richiesta, ho preparato. Masha & Orso è un cartone russo, questa piccola bimba è scatenata e molto vivace proprio come la mia piccina. Il tema è "la guardia alle carote" come in una puntata  :))))

venendo alla ricetta, il pds è stato preparato con 5 uova secondo la mia ricetta che trovate qui, unica variante ho aggiunto 30 g di cacao amaro. Tre teglie basse di diametro 24 cm così non ho tagliato i dischi.

La bagna rigorosamente analcolica e la farcia una crema al latte, quella che si vede tra i dischi non è la crema ma il giro di panna fatto per non far fuoriuscire la farcia.





Ingredienti per la crema:


 50 g  di farina bianca
100 g di zucchero
350 ml latte fresco intero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

200 ml di panna fresca da montare (montata; da aggiungere alla crema raffreddata)


Per fare le creme io ho il mio sistema.. che non mi fa fare i grumi ;)
Metto in casseruola lo zucchero, la farina e un goccio di latte mischiato con la vaniglia facendo una cremina, accendo il fornello a fiamma bassa e continuando a mescolare aggiungo gradatamente il latte fino ad esaurimento.

Sempre continuando a mescolare attendo che la crema si addensi. Lasciare raffreddare e aggiungere delicatamente con una spatola la panna montata a cucchiaiate.

Di crema al latte ci sono svariate versioni, chi la panna l'aggiunge al latte e fa bollire, chi aggiunge miele, chi amido di mais o fecola al posto della farina..

La torta è stata un successo, Alice era contentissima e gli altri partecipanti alla festa erano ammaliati.. insieme a questa torta c'era anche quella di Gianluca che pubblicherò a breve! Una grande festa unica per entrambi  :)

Buona domenica


* Attrezzatura e pasta di zucchero Pavonidea



martedì 16 settembre 2014

Torta morbida alle pesche






Anche questa torta risale ad un mesetto fa, la ricetta proviene dalla rivista Alice del mese di Agosto e questa è la mia versione leggermente modificata.

Ingredienti per un diametro 24 cm:

110 g farina bianca
200 g zucchero
3 uova
125 g burro
2 grosse pesche bianche
8 g lievito per dolci
90 ml di latte
scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale

zucchero a velo e qualche fettina di pesca per decorare


Separare i tuorli dagli albumi e battere questi ultimi a neve ferma con un pizzico di sale. tenere da parte. Lavorare il burro con lo zucchero a crema, aggiungere i tuorli d'uovo poco per volta per amalgamarli al composto. Aggiungere la scorza di limone e la farina setacciata insieme al lievito. Regolare con il latte.

Aggiungere le pesche lavate, sbucciate e tagliate a cubotti. Con una spatola incorporare dal basso verso l'alto gli albumi montati a neve ferma.

Versare il tutto nella tortiera ricoperta di carta da forno e infornare per circa 45 minuti a 180°C ( la rivista indicava 30 minuti ma nel mio caso facendo la prova stecchino il composto era ancora crudo all'interno).

Lasciare raffreddare, guarnire con le pesche e lo zucchero al velo.







La torta rimane molto soffice ed è ideale sia a colazione che a merenda.


Piatti e canovaccio Greengate

sabato 13 settembre 2014

Cake pops alle mele e miele






Pubblicare ricette con le mele ora? sarà forse presto ma..

- mi hanno regalato delle deliziose meline biologiche
- le temperature delle scorse settimane erano più autunnali che estive e questa ricetta l'ho preparata sul finire di agosto...

Da tempo volevo provare questo nuovo stampo per i cake pops con la forma di graziosi fiorellini.

Ingredienti per circa 14 pezzi:

70 g di farina bianca 00
50 g di miele di melo
1 uovo
15 g di burro
2 meline piccole
un pizzico di lievito
lette o succo di mela (nettare) q.b. per regolare la densità dell'impasto

zucchero a velo

Mescolare l'uovo con il miele la farina, il burro fuso ed il pizzico di lievito, aggiungere la mela grattugiata  e se necessario regolare la densità dell 'impasto con un goccio di latte o succo di mela (succo da centrifuga o solo nettare(è liquido per capirci)).

Distribuire il composto nell'apposito stampo per cake pops pavonidea e cuocere per circa 20 minuti a 180°C

Una volta sfornati e raffreddati inserire il bastoncino e spolverizzare con zucchero a velo





Enjoy!

Ps: anche questa sera ho infornato una torta... speriamo di postarla asap.

Buona domenica



 *miele di melo Rigoni di Asiago
  stampo pavonidea

martedì 26 agosto 2014

E' tornata l'ispirazione.. Crocchette di patate allo speck




Per un paio di mesi  ho dimenticato il blog, il computer e la cucina.. Luglio è stato il mese delle vacanze con i miei due pulcini, rientrata ho sistemato un po' di cose, continuato la mia dieta che in realtà è stato più un cambio di alimentazione con un maggior consumo di vegetali, pochi dolci.. etc..
Avevo perso l'ispirazione.. ma ultimamente mi è ritornata la voglia di mettermi ai fornelli, di cucinare e di scrivere sul blog. Il cambio di casa, la ristrutturazione ed il trasloco sono stati periodi intensi, mi serviva del tempo per riprendere in mano la quotidianità e gestire due bimbi ancora piccoli ha reso il tutto ancora più impegnativo anche se senz'altro gratificante

Oggi questa ricetta veloce nata per caso dopo aver bollito delle patate che mi servivano per la pappa di granellino.

Ingredienti per circa 15 pezzi:

3 patate medie
1 uovo
1 fetta di prosciutto cotto tritato
1 cucchiaio di parmigiano
1 cucchiaio di pangrattato
sale e pepe qb

pangrattato per impanare
olio di arachide per friggere

speck a fette ( 15 piccole o 8 grandi da dividere a metà)


Schiacciare le patate e lasciar intiepidire, aggiungere l'uovo, il prosciutto tritato, il parmigiano e il pangrattato. Regolare con sale e pepe.

Formare dei cilindretti e passare nel pangrattato. Una volta terminato l'impasto portare l'olio a temperatura in una padella capiente.  Friggere le crocchette su entrambi i lati per pochi minuti finchè si dorano. Scolare e tamponare l'olio in eccesso.

Avvolgere intorno alla crocchetta  una fettina di speck.
Servire caldo

Enjoy

giovedì 26 giugno 2014

Donuts al miele, auguri nonna! 79!






Ingredienti per 15/16 pezzi:

200 g di farina bianca
80 ml di latte fresco
20 g di burro alleggerito
1 uovo
2 cucchiaini di miele di melo
8 g di lievito di birra fresco (1/3 di cubetto)


olio di arachide per friggere
zucchero semolato per guarnire


Da diverso tempo volevo preparare le donuts, hanno sempre un aspetto così invitante nelle vetrine ma non mi ha mai convinto il fatto che potrebbero essere esposte da diverso tempo.. il fritto secondo me è buono "appena fatto". Lo scorso autunno mi ero comprata anche il tagliapasta che nel marasma del trasloco sarà ancora in qualche scatolone da sballare... poco male, ho preso un taglia pasta a cerchio e un tappo di un pentolino di zolletta per il buco centrale :DDDD


Stemperare il lievito di birra nel latte tiepido.  Mettere in planetaria o in una ciotola se impastate a mano, la farina, il miele, aggiungere il latte con il levito, l'uovo leggermente sbattuto ed il burro morbido. Impastare finchè gli ingredienti legano e lasciare lievitare fino al raddoppio. Io ho fatto lievitare circa 3 ore.

Stendere l'impasto ad uno spessore di circa 1,5 cm e ricavare le ciambelline, coprire con un telo e far lievitare nuovamente. Io le ho lasciate lievitare altre tre ore in modo da friggerle per la merenda.

Portare a temperatura l'olio facendo la prova con un pezzetto di pasta. Friggere su entrambi i lati per circa un minuto, le ciambelle dovranno dorarsi, scolare per eliminare l'into in eccesso, tamponare con carta assorbente e passare nello zucchero semolato.

Servire possibilmente calde.




Granellino, che aveva la banana per merenda, avrebbe voluto addentarsi la ciambella.. siamo a quota sei dentini! Faccio gli auguri di buon compleanno a mia nonna Clara,  bis nonna  per i miei cuccioli,  per i suoi 79 anni!

Felice week end,

Julia


* miele di melo Rigoni di Asiago
   piatto Greengate

martedì 10 giugno 2014

Torta delle rose versione light






Qualche giorno fa, prima dell'ondata di questo caldo afoso a cui non eravamo ancora pronti, ho acceso il forno per cucinare la torta delle rose in versione un po' più leggera rispetto  a quella tradizionale o all'altra che vi avevo proposto qui.

Non era male ma forse le modifiche all'impasto sono state troppe e la torta dopo alcuni giorni ha perso un po' di sofficità.. si può dire?!!

Ingredienti:

350 g  farina bianca
150 ml  latte fresco intero
80 g  zucchero di canna
10 g  burro alleggerito ( è un burro più leggero che ho trovato al supermercato tra le novità in assortimento)
1 uovo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra secco (7 grammi)

1 vasetto di confettura alla rosa canina per farcire.


Versare in una ciotola 3 cucchiai di latte tiepido, sciogliere al suo interno il lievito incorporando il burro e 50 gr di farina. Mescolare e lavorare fino ad ottenere una pallina di pasta, coprirla con un canovaccio e lasciar lievitare per 40 minuti.

Trascorsi  i 40 minuti, unire al panetto la farina, lo zucchero e l'uovo. Amalgamare aggiungendo un po' di latte tiepido fino ad ottenere un impasto abbastanza sodo ma soffice.

Intanto che ho lasciato lievitare l'impasto ho pensato al ripieno. La farcia classica di questa torta è una crema al burro ma ho scelto di cambiare il ripieno utilizzando la confettura alla rosa canina dalla Rigoni di Asiago.

Ho steso sulla spianatoia con l'aiuto del mattarello la pasta formando un rettangolo, ho distribuito con una spatola la confettura e arrotolato il mio rettangolo su se stesso. 

Con un coltello affilato ho tagliato dei tronchetti di circa 3,5 cm che ho disposto, lasciandoli leggermente distanziati, nella tortiera  imburrata ed infarinata. 

Lasciare lievitare la torta in un posto caldo,  i tronchetti si gonfieranno, aumenteranno di volume e si uniranno tra loro formando una rosa. Cuocere in forno già caldo a 180° per 30/40 minuti.

Nota:  i miei tempi  di lievitazione sono decisamente aumentati  causa esigenze familiari..